Santa Giacinta
Data di celebrazione nel calendario romano: 30 Gennaio

 

Regione
Luogo di sepoltura
Monastero delle Oblate Agostiniane di Santa Maria Nuova, Viterbo
Data di nascita
30 Gennaio 1585
Data canonizzazione
29 Giugno 1807



Biografia

Santa Giacinta Marescotti nacque il 30 gennaio 1585 a Viterbo, Italia, da una famiglia nobile. Fin da giovane manifestò un profondo desiderio di consacrarsi a Dio e di vivere una vita di penitenza e preghiera.

A 18 anni, Giacinta entrò nel monastero delle Oblate Agostiniane di Santa Maria Nuova a Viterbo, dove visse il resto della sua vita dedicata alla preghiera, alla penitenza e al servizio agli altri. Dimostrò una straordinaria umiltà e una profonda devozione verso la Passione di Cristo.

Santa Giacinta si distinse per la sua intensa vita di preghiera e per la sua pratica rigorosa di mortificazione e penitenza. Si dedicava alla cura dei malati e dei poveri, servendo con amore e umiltà.

Morì il 13 gennaio 1640 a Viterbo e fu sepolta nel monastero delle Oblate Agostiniane. Fu beatificata nel 1726 da Papa Benedetto XIII e canonizzata nel 1807 da Papa Pio VII.

Santa Giacinta Marescotti è venerata come un esempio di santità cristiana attraverso la sua dedizione alla preghiera, alla penitenza e alla carità verso i più bisognosi. Il suo impegno nella vita religiosa contemplativa e il suo servizio umile ai poveri la rendono un modello per i fedeli che cercano di seguire Cristo con cuore generoso e pieno di amore.

Luogo venerazione
Immagini