San Vincenzo Pallotti
Data di celebrazione nel calendario romano: 22 Gennaio

 

Regione
Luogo di sepoltura
Chiesa di San Salvatore in Onda, Roma
Data di nascita
21 Aprile 1795
Data canonizzazione
20 Gennaio 1963



Biografia

San Vincenzo Pallotti nacque il 21 aprile 1795 a Roma, Italia. Fu ordinato sacerdote nel 1818 e dedicò la sua vita al servizio della Chiesa e all’evangelizzazione. Era noto per la sua profonda spiritualità e la sua devozione alla Vergine Maria.

Nel 1835, San Vincenzo Pallotti fondò la Società dell’Apostolato Cattolico, conosciuta anche come Pallottini, con l’obiettivo di promuovere una più intensa vita cristiana tra i fedeli e di riportare le persone a una vita più piena secondo il Vangelo. Questa società divenne un punto di riferimento per l’apostolato laicale e la collaborazione tra sacerdoti e laici nella missione della Chiesa.

San Vincenzo Pallotti si distinse anche per il suo impegno sociale e caritativo verso i più bisognosi, in particolare i poveri e gli emarginati. Fondò scuole, ospizi e altre opere di carità per assistere coloro che erano in difficoltà.

San Vincenzo Pallotti insegnava una spiritualità apostolica radicata nella consapevolezza dell’unità del Corpo Mistico di Cristo e nella responsabilità di ogni battezzato di partecipare all’opera di evangelizzazione. Promosse l’idea che ogni cristiano è chiamato a essere un apostolo, portatore della Buona Novella in ogni aspetto della vita quotidiana.

San Vincenzo Pallotti morì il 22 gennaio 1850 a Roma. Fu beatificato nel 1950 da Papa Pio XII e canonizzato nel 1963 da Papa Giovanni XXIII. È celebrato il 22 gennaio.

San Vincenzo Pallotti è ricordato come un santo che ha promosso un rinnovamento spirituale e apostolico nella Chiesa del suo tempo. La sua visione dell’apostolato e della missione dei laici ha avuto un impatto duraturo sulla vita della Chiesa cattolica e continua a essere una fonte di ispirazione per i fedeli impegnati nell’evangelizzazione e nel servizio caritativo oggi.

Luogo venerazione
Immagini