Sant'Eleuterio, Papa
Data di celebrazione nel calendario romano: 26 Maggio

 

Regione
Luogo di sepoltura
Basilica di San Callisto, Roma
Data di nascita
Non definita
Data canonizzazione
Non ha subito un processo di canonizzazione iniziale



Biografia

Sant’Eleuterio è stato il diciottesimo papa della Chiesa cattolica, venerato come santo. Il suo pontificato è collocato tradizionalmente tra il 175 e il 189 d.C., durante un periodo cruciale per la crescita e l’organizzazione della Chiesa primitiva.
Nato probabilmente a Nicopoli, in Grecia, Eleuterio fu un uomo di grande cultura e profonda spiritualità. Prima di essere eletto papa, aveva svolto il ruolo di diacono nella Chiesa romana sotto il pontificato dei suoi predecessori. Fu scelto come successore di papa Sotero e si distinse per la sua saggezza e la sua capacità di governare la Chiesa in un periodo di crescente importanza e sfide.
Durante il suo pontificato, Sant’Eleuterio affrontò diverse questioni teologiche e pastorali. Una delle questioni più significative fu la gestione delle controversie teologiche interne, specialmente riguardo le dottrine e le pratiche che iniziavano a dividersi all’interno della Chiesa. Eleuterio si adoperò per mantenere l’unità e la coesione della comunità cristiana, promuovendo la fedeltà alla tradizione apostolica e la dottrina della Chiesa. Un aspetto importante del pontificato di Sant’Eleuterio fu il suo impegno nella difesa della ortodossia contro l’eresia. Fu un fervente sostenitore della fede trasmessa dagli apostoli e combatté energicamente contro le dottrine errate che minacciavano la purezza della fede cristiana. In particolare, contrastò le influenze del gnosticismo e di altre forme di eresia che stavano emergendo in quel periodo. Sant’Eleuterio è anche ricordato per il suo sostegno e la sua promozione delle missioni cristiane. Durante il suo pontificato, la Chiesa continuò a espandersi e a diffondersi in diverse parti dell’Impero Romano, portando il messaggio evangelico a nuove comunità e popoli. Eleuterio incoraggiò l’evangelizzazione e il lavoro missionario, riconoscendo l’importanza di portare il Vangelo a tutti i popoli e culture. La sua leadership durante un periodo di transizione e crescita della Chiesa ha contribuito a stabilire le basi per il successo e l’espansione della fede cristiana nel mondo romano. Sant’Eleuterio è stato anche un papa di grande umiltà e carità, dedicato al servizio degli altri e al benessere spirituale delle persone affidate alla sua cura pastorale. Sant’Eleuterio morì intorno al 189 d.C. e fu sepolto nella Basilica di San Callisto a Roma, uno dei primi cimiteri cristiani che divenne un centro di venerazione per i martiri e i santi della Chiesa primitiva. La sua memoria è celebrata il 26 maggio nella Chiesa cattolica. La figura di Sant’Eleuterio rimane un esempio di fede salda, coraggio pastorale e dedizione al Vangelo, che continua a ispirare i credenti oggi nella loro vita di fede e di servizio.

Luogo venerazione
Immagini