Sant'Alberto, Patriarca di Gerusalemme
Data di celebrazione nel calendario romano: 14 Settembre

 

Regione
Luogo di sepoltura
Acri, Israele
Data di nascita
1149
Data canonizzazione
1238



Biografia

Alberto Avogadro, conosciuto come Sant’Alberto, nacque a Castel Gualtieri, in Emilia-Romagna, intorno al 1149. Proveniva da una nobile famiglia di origine francese. In giovane età si avvicinò alla vita religiosa, entrando a far parte dei Canonici Regolari della Santa Croce di Mortara, dove divenne Priore nel 1180.

Nel 1184, Alberto fu nominato Vescovo di Bobbio e l’anno successivo fu trasferito alla diocesi di Vercelli. Durante il suo episcopato a Vercelli, si distinse per la sua abilità diplomatica e la sua capacità di mediazione, contribuendo a risolvere conflitti tra città rivali.

Nel 1205, Alberto fu eletto Patriarca di Gerusalemme, succedendo a Sofronio III. In quel periodo, la Terra Santa era sotto il dominio dei Crociati, ma la situazione politica era instabile e i cristiani erano spesso vittime di persecuzioni da parte dei musulmani.

Alberto si impegnò a rafforzare l’unità tra le diverse comunità cristiane presenti a Gerusalemme e a promuovere la pacifica convivenza con i musulmani. Si adoperò anche per migliorare le condizioni di vita dei pellegrini che si recavano in Terra Santa.

Un’importante eredità di Sant’Alberto è la stesura della Regola primitiva dell’Ordine Carmelitano. Su richiesta dei primi eremiti del Monte Carmelo, Alberto redasse una norma di vita che univa elementi della tradizione monastica orientale e occidentale. Questa regola divenne la base per la fondazione dell’Ordine Carmelitano, approvato ufficialmente nel 1247 da Papa Innocenzo IV.

Alberto morì ad Acri, in Palestina, il 14 settembre 1214. Fu ucciso da un uomo che egli stesso aveva scomunicato per immoralità. I suoi resti furono sepolti nella Cattedrale di Acri.

Alberto fu canonizzato da Papa Gregorio IX nel 1238. È venerato come santo dalla Chiesa cattolica e la sua memoria viene celebrata il 14 settembre di ogni anno.

Sant’Alberto è considerato una figura importante nella storia della Chiesa e del cristianesimo. La sua opera come Patriarca di Gerusalemme e la sua stesura della Regola dei Carmelitani hanno avuto un impatto significativo sulla vita religiosa del suo tempo e continuano ad ispirare i fedeli ancora oggi.

Luogo venerazione
Immagini