San Raimondo de Peñafort
Data di celebrazione nel calendario romano: 7 Gennaio

 

Regione
Luogo di sepoltura
Cappella di San Raimondo nella Chiesa di Sant'Andrea a Barcellona, Spagna
Data di nascita
Nel 1175
Data canonizzazione
Nel 1601



Biografia

San Raimondo de Peñafort nacque intorno al 1175 a Peñafort, vicino a Barcellona, in Spagna. Dopo aver studiato diritto e teologia, divenne un celebre giurista e insegnante di diritto canonico presso l’Università di Bologna. Successivamente, entrò nell’Ordine Domenicano nel 1218, desideroso di servire Dio in una vita più dedicata alla preghiera e alla penitenza.

San Raimondo è famoso per il suo lavoro nel campo del diritto canonico. Fu incaricato dal Papa Gregorio IX di redigere una raccolta di decretali papali, nota come “Decretales Gregorii IX”, che raccoglieva le decisioni giuridiche papali fino ad allora emesse. Questo lavoro contribuì in modo significativo alla riforma e alla codificazione del diritto canonico nella Chiesa.

Oltre al suo lavoro giuridico, San Raimondo dedicò gran parte della sua vita al ministero pastorale e spirituale. Fu confessore di re Giacomo I d’Aragona e contribuì alla sua conversione e penitenza. Inoltre, si distinse per la sua predicazione e il suo impegno nella conversione degli eretici e dei musulmani in Spagna.

San Raimondo scrisse diverse opere teologiche e spirituali, tra cui “Summa de casibus poenitentiae”, un manuale per confessore, e “Liber Extra”, un’opera che integrò le “Decretales Gregorii IX”. Le sue opere riflettono la sua profonda conoscenza della legge ecclesiastica e la sua solida formazione teologica.

San Raimondo de Peñafort morì il 6 gennaio 1275 a Barcellona, Spagna. È stato canonizzato da Papa Clemente VIII nel 1601 ed è considerato il patrono dei giuristi e dei confessori. La sua festa liturgica è celebrata il 7 gennaio.

Luogo venerazione
Immagini