San Paolo Miki, Sacerdote
Data di celebrazione nel calendario romano: 6 Febbraio

 

Luogo di sepoltura
Non definito
Data di nascita
1562
Data canonizzazione
8 Giugno 1862



Biografia

San Paolo Miki nacque intorno al 1562 in Giappone, durante un periodo di crescente persecuzione dei cristiani nel Paese. Da giovane, abbracciò la fede cristiana e si unì all’ordine dei Frati Minori Gesuiti, dove fu ordinato sacerdote. Paolo Miki era noto per la sua profonda spiritualità, la sua eloquenza e il suo impegno nella predicazione del Vangelo tra il popolo giapponese.

Nel 1597, durante la persecuzione dei cristiani in Giappone, San Paolo Miki e altri 25 compagni cristiani (sacerdoti, religiosi e laici) furono arrestati dalle autorità giapponesi. Furono imprigionati a Nagasaki e sottoposti a terribili torture. Nonostante le sevizie, Paolo Miki e i suoi compagni rimasero fermi nella loro fede e non rinunciarono al cristianesimo.

Il 5 febbraio 1597, San Paolo Miki e i suoi compagni furono condotti sul colle di Nishizaka a Nagasaki, dove furono martirizzati. Furono crocifissi e lanceati fino alla morte. Durante l’esecuzione, Paolo Miki predicò il Vangelo e proclamò la sua fede in Cristo fino all’ultimo respiro. La loro morte fu un potente segno di testimonianza della forza della fede cristiana e dell’amore per Dio anche di fronte alla persecuzione.

San Paolo Miki e i suoi compagni sono stati canonizzati come martiri e santi della Chiesa cattolica. La loro festa liturgica si celebra il 6 febbraio, giorno in cui vengono commemorati per il loro sacrificio e la loro testimonianza di fede.

Immagini