San Giuseppe da Copertino
Data di celebrazione nel calendario romano: 18 Settembre

 

Regione
Luogo di sepoltura
Osimo, Italia
Data di nascita
1603
Data canonizzazione
1767



Biografia

Giuseppe da Copertino, nato a Copertino in Puglia nel 1603, è venerato come santo dalla Chiesa cattolica. La sua figura, caratterizzata da una profonda fede e da fenomeni mistici straordinari, lo rese uno dei santi più popolari e amati del suo tempo.

Fin da giovane, Giuseppe dimostrò una forte inclinazione per la vita religiosa. Nonostante le difficoltà economiche della sua famiglia, entrò nell’Ordine dei Conventuali francescani nel 1620.

Durante il suo noviziato e la sua formazione religiosa, Giuseppe si distinse per la sua umiltà, obbedienza e devozione. Era conosciuto per la sua profonda preghiera e per la sua particolare attenzione ai poveri e ai bisognosi.

Giuseppe divenne presto noto per le sue esperienze mistiche, che includevano estasi, visioni e levitazioni. Si racconta che durante le celebrazioni eucaristiche e la preghiera, egli si elevava in aria, a volte per lunghi periodi, suscitando stupore e venerazione tra i fedeli.

Nonostante i suoi doni straordinari, Giuseppe rimase sempre umile e obbediente ai suoi superiori. Si sottomise a diverse prove e umiliazioni per ordine dei suoi superiori, dimostrando una grande docilità e un profondo spirito di obbedienza.

Le sue esperienze mistiche lo esposero anche a critiche e persecuzioni da parte di alcuni esponenti della Chiesa che dubitavano della veridicità dei fenomeni. Tuttavia, numerosi testimoni oculari e diverse commissioni d’inchiesta ne confermarono l’autenticità.

Giuseppe da Copertino morì ad Osimo nel 1663, all’età di 60 anni. La sua fama di santità si diffuse rapidamente dopo la sua morte e nel 1753 fu beatificato da papa Benedetto XIV. Papa Clemente XIII lo proclamò santo nel 1767.

San Giuseppe da Copertino è ancora oggi venerato come un santo taumaturgo e mistico. La sua figura rappresenta un esempio di umiltà, fede profonda e obbedienza. La sua storia continua ad ispirare e a richiamare l’attenzione sui misteri di Dio e sulla potenza della preghiera.

Luogo venerazione
Immagini